green-building
Certificazione Energetica

La Comunità Europea con la direttiva 2002/91/CE e il successivo aggiornamento 2010/31/UE ha imposto a tutti gli stati membri regole sul rendimento energetico dell’edilizia e sulla certificazione energetica.
L’Italia, con il D.Lgs 192/2005 e il D.Lgs 311/2006 ha ribadito e rafforzato l’obbligo di dotare di certificazione energetica i nuovi edifici e quelli esistenti. Con il Decreto Ministeriale del 26 giugno 2009, Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici, sono state definite le procedure applicative nazionali della certificazione energetica degli edifici e gli strumenti di raccordo tra Stato e Regioni.
A seguito del D.Lgs 28/2011, dal 29 marzo 2011, nel contratto di compravendita come anche nel contratto di locazione diedifici o di singole unità immobiliari, deve essere inserita una clausola con la quale l’acquirente o il locatario danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione relativa alla certificazione energetica dell’edificio.

La certificazione energetica è un processo valutativo svolto da un tecnico abilitato finalizzato alla definizione della Classe di efficienza energetica della singola unità immobiliare o dell’intero edificio (partendo da A+ come più virtuosa a G come più dispendiosa) calcolata in base a dati climatici e d’uso standard.

Partendo dall’acquisizione dei dati catastali dell’immobile e della documentazione disponibile, i tecnici di Studio Speri effettuano un sopralluogo, nel corso del quale accertano le caratteristiche geometriche, costruttive ed impiantistiche della singola unità immobiliare. L’elaborazione dell’attestato di certificazione energetica avviene con l’ausilio del software Termolog Epix3 – Logical Software.